Glossario - Termini tecnici dalla A alla Z

A - B


Abrasione

Con il termine abrasione si intende l'asportazione di materiale superficiale ottenuta tramite azione di attrito.
Ci si può riferireall'erosione provocata dall’azione meccanica delle acque marine sulle rocce, causa ed effetto, come alla cancellatura ottenuta da raschiamento.


Abrasivo

Un materiale abrasivo viene utilizzato per asportare, cancellare mediante l'azione dell'attrito. Le sostanze abrasive sono durissime servono per levigare, rifinire e lucidare le superfici. Gli abrasivi vengono classificati in: "naturali" ( smeriglio, corindone, silice, quarzo ) e "artificiali" ( carburo di silicio o carborundum, ossido di alluminio, vetro in polvere, acciaio e ghisa in grana ). Per le operazioni più invasive di sgrossatura vengono utilizzati gli abrasivi a grana grossa, mentre per le operazioni di finitura e lucidatura si usano quelli a grana via via più fine.


Blocco

Un blocco è una massa compatta di grandi dimensioni, costituita da qualsiasi materia.

C - D


Calcare

Il calcare è una roccia sedimentaria per la maggior parte composta da calcite, e in percentuale minore da dolomite, argilla, bitume. La sua origine può essere: chimica, organogena e clastica.

  • Il calcare come deposito chimico si ottiene dal bicarbonato di calcio solubile che precipita in aggregati sferoidali sotto forma di carbonato di calcio.
  • II calcare di origine organogena è formato da spoglie calcaree animali e vegetali.
  • Il calcare di origine clastica proviene da rocce che vengono definite brecce, conglomerati, puddinghe. Viene utilizzato come pietre ornamentali, da costruzione per fabbricare calce e cemento.
  • Il calcare di natura metamorfica è conosciuto come marmo la cui struttura saccaroide si ottiene da processi di cristallizzazione di calcare organogeno. Il metamorfismo lamina la roccia oltre a cancellare ogni traccia fossile.

Carborundum

Il Carborundum è un composto chimico di durezza prossima a quella del diamante, utilizzato come abrasivo e in radiotecnica come materiale refrattario. Il carburo di silicio, si ottiene riscaldando in forno elettrico a ca. 2000 °C una miscela di carbone e sabbia quarzosa.


Cava

Una cava è un luogo a ciclo aperto di estrazione ( escavazione ) di rocce e minerali. Esiste in legislazione mineraria una distinzione tra cava e miniera basata sul tipo di materiale estratto. Si hanno cave di materiali inerti per conglomerati cementiti, di materiali per laterizi ( argille ) o cemento ( calcari ) di marmi e pietre ornamentali, e cave per costruzioni di strade ( terre, pietrisco, pietrame).

E - F


Effusivo

Terminologia specifica utilizzata per definire il processo di consolidamento di magmi, in superficie o zone limitrofe ad esse e di rocce derivanti. Si definisce porfirica la struttura caratteristica delle rocce effusive.


Eruttivo

Con eruttivo si intende prodotto da eruzione in relazione a un'eruzione vulcanica.
Dal raffreddamento di magmi in profondità (intrusive) o in superficie (effusive) si formano le rocce eruttive magmatiche o endogene.


Feldspato

Il feldspato è costituito dall'insieme di minerali monoclini, triclini, silicati di alluminio e potassio, calcio, sodio e bario. I principali sono l'ortoclasio e la serie isomorfa dei plagiocasi calciosodici; albinite e anortite.

G - L


Gres porcellanato

Il gres porcellanato è una particolare composizione di materie prime (feldspati, caolini, quarzi, argille) combinate con una tecnologia produttiva che rende tale materiale quasi completamente vetrificato e per tanto completamente inassorbente e con elevate caratteristiche di resistenza all'usura ed inalterabilità nel tempo.
Il gres porcellanato è un prodotto particolarmente interessante per applicazioni in cui è importante garantire una resistenza allo scivolamento. Il gres porcellanato presenta una notevole densità ottenuta tramite cottura ad elevate temperature che determina una resistenza alle scalfitture e alla fissurazione.


Intrusivo

Si definisce processo intrusivo il complesso di fenomeni che si susseguono durante il consolidamento del magma in diverse zone più o meno profonde della litosfera. Nel primo stadio chiamato ortomagnetico agenti mineralizzatori diminuiscono la viscosità del magma formando dei cristalli grazie al graduale raffreddamento della massa fusa. Le altre due fasi pegmatitica e pneumatolitica sono entrambe caratterizzate da una considerevole azione degli agenti volatili che aumentando di concentrazione rendono più fluida la massa residua che spostandosi forma nelle rocce filoni differenziati con cristalli di dimensioni notevoli.


Lotto di produzione

Il lotto di produzione indica il quantitativo di materie prime necessario per produrre un certo numero di lastre di fabbrica.

M - Q


Magma

Il magma è definitoin geologia come una massa di roccia fusa e incandescente sita entro o sotto la crosta terrestre. Il magma presenta una composizione chimica variabile, alcuni elementi invece sotto forma di ossidi sono fissi. I magmi di definiscono "acidi" o "basici" a seconda della percentuale di silice. Il medesimo magma può dar luogo a due tipi di rocce a seconda che solidifichi all'interno della litosfera ( rocce intrusive ) o all'esterno ( rocce effusive ). I magmi possono prendere il nome della roccia intrusiva a cui danno origine: magma "basaltico", magma "granitico". I magmi misti sono magmi che hanno subito fenomeni di contaminazione.


Magmatico

Un materiale si dice magmatico quando costituito, formato da magma.


Marmo

Il termine marmoviene generalmente utilizzato per definire rocce calcaree compatte e rocce non calcaree, di facile lavorazione.Grazie all'effetto del metamorfismo tali rocce hanno acquistato una struttura cristallina a grana più o meno fine. I marmi si definiscono monocromi se la colorazione è uniforme, policromi a seconda della presenza di venature, screziature.
La natura differente e la diversa distribuzione dei componenti accessori come quarzo, grafite, pirite,conferisce al marmo vari colori: dal rosso al giallo, dal grigio al verde; mentre crea motivi ornamentali la disposizione di questi minerali intorno a venature.
I marmi vengono utilizzati per pavimentazioni, rivestimenti, usi ornamentali, ma non hanno un'elevata resistenza agli agenti atmosferici.
I marmi presentano una resistenza alla compressione che varia da 900 a 1200 kg/cm. e un peso specifico tra 2400 e 2700 kg/m.
L'estrazione del marmo avviene generalmente in cave a ciclo aperto con filo elicoidale, che permette di ricavare blocchi di grandi dimensioni. Tali blocchi di marmo vengono trasportati per slittamento su un letto di detriti tagliati alla segheria. Qui, vengono tagliati in lastre secondo la tinta, la giacitura e i difetti presenti da lame bagnate da una pioggia d'acqua e sabbia quarzosa.
Per la levigatura vengono utilizzati dischi al carborundum, mentre la lucidatura viene ottenuta per mezzo di polveri abrasive sempre più fini, applicando al disco girevole un feltro umido.
II marmo artificiale viene preparato con gesso, solfato di zinco solfato ferroso, allume, cloruro di calcio e altre sostanze che lo rendono lavabile e più resistente. L'impasto così preparato, viene colorato, indurito, levigato infine lucidato.


Marmo High-Tech

Il marmo high-tech è un materiale sotto forma di lastre di diverse dimensioni, prodotte in fabbrica con tecnologie all'avanguardia, capaci di offrire una valida alternativa ai marmi di cava.
Le lastre di fabbrica sono simili dal punto di vista estetico al marmo di cava, ma superiori per le caratteristiche tecniche, come la resistenza all'abrasione, alla flessione, al gelo, ai prodotti chimici, alle macchie e all'assorbimento dell'acqua.


Materia prima

La Materia prima è una sostanza grezza presente in natura o parzialmente lavorata.


Materie prime

Le materie primesono utilizzate nel ciclo produttivo delle lastre di fabbrica, ricercate e selezionate da tutto il mondo come le argille, i caolini, feldspati e quarzi.


Minerale

Il minerale è un corpo omogeneo in cui due porzioni ugualmente orientate, hanno le stesse proprietà fisiche e chimiche.I mineralisi classificano in inorganici, organici, solidi, liquidi aeriformi. In base alla loro origine vengono definiti minerali "primari" (singenetici o epigenetici) se si trovano dove si sono formati e minerali"secondari" se sono stati trasportati, spostati generalmente tramite acqua dal luogo di origine a quello di rinvenimento.
Da un punto di vista industriale si definisce un minerale "ricco" o "povero" a seconda della percentuale di minerale utile contenuta. Si intende minerale "grezzo", qualsiasi minerale estratto dalla terra.
Il mineraleè anche inteso comemateria primapresente nel processo produttivo delle lastre di fabbrica.


Olocristallino

Struttura caratteristicadelle rocce eruttive intrusive dove tutti i componenti sono allo stato cristallino.


Ortoclasio

Il minerale ortoclasio si presenta di colore dal bianco-roseo al grigio, trisilicato di potassio e alluminio monoclino appartiene strutturalmente ai tectosilicati. I suoi cristalli prismatici sono facilmente sfaldabili in due direzioni ad angolo retto e si trovano in geminati che sono caratteristici nei graniti di Baveno e Montorfano.


Pavimento

Un pavimento è una struttura di rivestimento di una strada o di una stanza eseguita allo scopo di ottenere una superficie piana e liscia ottimale per il passaggio di veicoli o persone. In terra battuta è il tipo di pavimento più semplice utilizzato nell'antichità. I pavimenti alla veneziana erano costituiti da frammenti di marmo colorato disposti a caso in uno strato di cemento. Di origine veneta anche i pavimenti alla palladiana oggi utilizzati nell'edilizia moderna associati a materiali nuovi come il linoleum e la gomma. Sono tre le categorie in cui si possono suddividere i pavimenti: a elementi, in teli, monolitici. I pavimenti a elementi possono essere in piastrelle di gres, piastrelle di marmo o di pietra levigata, in marmette, di vetro porcellanato o tessere di gres porcellanato. Di gomma, materie plastiche o linoleum sono i pavimenti in teli. A differenza di questi due tipi di pavimenti che si posano su una base di calcestruzzo, quelli monolitici si ottengono tramite getto con l'utilizzo di malta cementizia.


Pietra

Il termine pietra èutilizzato per definire alcuni tipi di rocce compatte utilizzate soprattutto come materiale da costruzione.


Pietra High-Tech

Ci si riferisce a lastre di diversi formati dalle elevate prestazioni ecaratteristiche tecniche.


Porfido

Il Porfido è unaroccia eruttiva che può essere filoniana o effusiva paleovulcanica, formata da grossi cristalli immersi in una pasta vetrosa o costituita da microcristalli. A seconda della natura della roccia si hanno porfidi granitici formati da quarzo, ortoclasio e mica; porfidi quarziferi e porfidi sienitici.


Porfido High-Tech

Il porfido high-tech è unapietra di fabbrica a fondo grigio bruno con variazioni graduali di tonalità dominate dall'ocra o dal marrone, sottoforma di lastre di diversi formati dalle elevate caratteristiche tecniche (vedi pietra High-Tech).


Porfirico

Vienedetta porfirica la struttura di rocce eruttive effusive, o di alcune rocce filoniane.
Caratteristica è la presenza di cristalli più grossi ( fenocristalli ) immersi in una pasta fondamentale composta da una fitta trama di individui cristallini molto piccoli, creando una massa che a occhio nudo appare compatta.


Quarzite

La quarzite è una tipologia di roccia metamorfica prevalentemente costituita da quarzo e povera o priva di mica.


Quarzite High-Tech

La quarzite high-tech è costituita da lastre di diversi formati dalle elevate prestazioni, caratterizzate da una varia granulometria e da una venatura passante.


Quarzo

Il quarzo, costituito da anidride silicica, è un minerale molto diffuso in natura.
Allo stato puro è incolore, vedi quarzo ialino o cristallo di rocca, mentre le varietà colorate sono l'ametista di color violetto, il topazio giallo, il quarzo rosa o rubino di Boemia roseo o il quarzo affumicato nero. Il quarzo a causa di inclusioni si può presentare con riflessi particolari, in questo caso o detto occhio di gatto o occhio di tigre o di falco. Principale costituente dei graniti, dei porfidi quarziferi degli gneiss e delle trachiti.

R - S


Rivestimento

Si definisce rivestimento il materiale utilizzato per ricoprire, proteggere, decorare e rivestire una struttura, una superficie. I rivestimenti sono largamente impiegati nelle costruzioni stradali, edilizie e minerarie. Nel campo edilizio sono diversi i materiali di rivestimento usati.


Roccia

Con il termine roccia si vuoleindicarei minerali e gli aggregati da essi ottenuti, che compongono la maggior parte della crosta terrestre. A seconda della loro composizione chimica si suddividono in: rocce "semplici", formate da un solo minerale, e rocce "composte" quando sono costituite da un'insieme di minerali. In base alla loro origine si classificano in "eruttive" o "ignee", "sedimentarie" e "metamorfiche".
Le rocce "eruttive" derivano dalla consolidazione dei magmi, quelle "sedimentarie" dai depositi chimici, clastici piroclastici e organogeni. Le "metamorfiche" si originano dalla trasformazione delle precedenti.
Le rocce "eruttive" a seconda che la consolidazione dei magmi sia avvenuta in superficie o in profondità si dividono in "effusive" o "vulcaniche" e "intrusive" o "abissali". In base al contenuto di silice vengono classificate in "acide" se l'ossido di silice supera il 65%, "neutre" se la percentuale è compresa tra il 65% e il 52% e infine "basiche" se è inferiore al 52%. Le rocce sedimentarie si dividono in: "clastiche" formate da detriti di rocce già esistenti, "piroclastiche" formate da frammenti vulcanici, "di deposito chimico" generate da reazioni chimiche quali l’evaporazione del solvente ed infine "organogene" ottenute tramite accumulo di residui organici animali e vegetali. Le rocce metamorfiche hanno subito trasformazioni profonde e la loro caratteristica principale è la scistosità.I marmi sono consideratirocce metamorfiche non scistose.


Scistosità

La scistosità è la caratteristica di alcune rocce metamorfiche che si dividono secondo piani paralleli o quasi, a causa dell'azione costante di pressioni agenti sempre nella medesima direzione.


Screziatura

Data la presenza su fondo unito di un insieme di macchie multicolori, la screziatura è il punto dove appaiono tali macchie.


Silice

Il silice è il composto chimico più abbondante della crosta terrestre ed esiste in varie forme cristalline ( quarzo, tridimite, cristobalite ), criptocristalline e amorfe. La forma cristallina più diffusa in natura è il quarzo usato nella fabbricazione dei cementi dei vetri, dei refrattari e di alcuni abrasivi.


Siliceo

Di materiale formato da silice.

T - Z


Trachite

La trachite è una roccia magmatica effusiva neovulcanica formata da magma sienitico.
Le trachiti sono composte da feldspati, sanidino e plagioclasi. Le trachiti si presentano di colore chiaro, grigio giallognolo, rossiccio e abbondano nella zona dei colli Euganei e dei monti Cimini.
Alcune trachiti hanno una struttura vacuolare e sono ruvide al tatto, altre presentano una pasta vetrosa predominante, per questo motivo vengono definite vetrofiriche, ossidiane rachitiche.


Vena

Con il termine vena si intende indicare una rigatura o segno di colore differente da quello della base; la stessa nei marmi prende il nome di venatura.


Venato

Un materiale venato presenta venature, rigature di colore diverso.


Venatura

Presente su alcune superfici di marmi e legni larigatura può essere naturale o artificiale di colore diverso da quello del fondo.


Venatura nel marmo high-tech

La venatura dei marmi high-tech è costituita da segni di colore differente che attraversano in profondità le lastre di fabbrica, grazie alla loro caratteristica di materiale a tutta massa.

Richiesta Informazioni

Per entrare in contatto con Ariostea e per richiedere informazioni di qualsiasi tipo compila il form seguente, sarai contattato al più presto.
Inserisci un indirizzo di posta elettronica corretto e attivo.
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.




 Aggiungi la tua wishlist alla richiesta informazioni!
0
Non includere nella e-mail
Nessun risultato trovato.
call me Desidero essere contattato telefonicamente il prima possibile.

Desidero ricevere la newsletter di Ariostea.
Desidero ricevere la newsletter di Ariostea.


PRIVACY
* Con questo confermo che ho letto compreso ed accettato i termini dell'Informativa sul trattamento dei dati personali (Politica della Privacy)