Tipologie di Aggancio

Tipologie di Aggancio

Logo Ultra

In funzione della tipologia di aggancio delle lastre in gres porcellanato, è possibile suddividere i sistemi di facciata ventilata in due diversi gruppi: 

  •   sistemi con aggancio visibile (GHV) 
  •   sistemi con aggancio non visibile, meccanico o  chimico (GHS, GHS Maxi, GHL, GHS 2, GHP). 

Oltre che per la tipologia di fissaggio struttura-lastra, le due famiglie di sistemi si distinguono perché, nel caso di adozione di soluzioni con aggancio non visibile, si rende necessaria la realizzazione di un’orditura orizzontale (fanno eccezione il GHS2 e il GHP): si tratta di traversi interposti tra montanti e accessori di aggancio. Ogni soluzione di sistema prevede la possibilità di utilizzare componentistica con profili aventi forma e dimensioni variabile in funzione del modulo e delle pressioni dovute a specifici carichi di vento. 

 Nel sistema con aggancio visibile, i montanti verticali vengono solitamente fissati ad interasse del “modulo”, determinato in funzione delle dimensioni delle lastre utilizzate e della fuga.

L’allineamento dei profili verticali è la vera chiave di volta per realizzare una parete complanare. Generalmente, la tessitura della facciata si presenta con fuga verticale continua, anche se è possibile la disposizione a fasce con fughe verticali disassate, come nel caso della classica tessitura a spaccamattone (occorre tener presente che, nel sistema GHV, la posa a spaccamattone prevede un raddoppio dei montanti soprattutto nei casi in cui il montante centrale non sia configurato o necessario, mentre ciò non accade per i sistemi GHS con orditura orizzontale continua). 

All’interno dei sistemi di ancoraggio a scomparsa occorre distinguere, in funzione della dimensione e dello spessore delle lastre di rivestimento, aggancio non visibile di tipo meccanico o chimico. La prima soluzione deve essere adottata se le lastre hanno uno spessore di almeno 8 mm, realizzando un foro tronco-conico sul retro delle lastre per ospitare graffe apposite, a loro volta ancorate sul traverso precedentemente posizionato (GHS e GHS Maxi). 

Lastre in gres porcellanato con spessore inferiore a 8 mm., richiedono l’impiego di una diversa tecnologia di assemblaggio tra l’elemento di rivestimento e gli elementi portanti in alluminio. La realizzazione prevede tramite una meticolosa procedura mutuata dal mondo delle facciate continue, giunti di adesivo strutturale realizzati in stabilimento. Lo studio pre-progetto e l’adeguamento degli standard del sistema al singolo edificio, unitamente al controllo sistematico dei materiali e delle superfici di ancoraggio del giunto strutturale, consentono di sfruttare appieno le proprietà complementari di queste lastre innovative e della struttura in alluminio; ma soprattutto di eliminare dal cantiere qualsiasi operazione che non sia un semplice ancoraggio meccanico. 

Hai bisogno di maggiori informazioni?
Contattaci!