Realizzazione e gestione servizi accoglienza turistica

Realizzazione e gestione servizi accoglienza turistica

Luoghi ed edifici pubblici

La qualità dei materiali Ariostea supera i confini tradizionali della lastra in gres porcellanato, grazie alla tecnologia delle grandi lastre Ultra.
Le sue innovative dimensioni (300x150 e 300x100 per uno spessore di soli 6 mm) garantiscono la massima flessibilità per ogni progetto e una libertà senza precedenti, grazie all'assenza di vincoli di formato.
Tra le molte applicazioni in cui si evidenziano le performance superiori di Ultra Ariostea sono da segnalare i progetti pubblici. Tra questi si annovera la recente ristrutturazione e la nuova costruzione di bagni pubblici interrati nel Centro Storico di Roma, nell'ambito di un più ampio programma di realizzazione e gestione di servizi per l'accoglienza turistica.
Con un progetto dell'arch. Gabriella Guglielmo e ing. Leonardo Gatti alla direzione dei lavori, la ristrutturazione dei bagni pubblici di Roma comprende chioschi siti in storiche piazze come Piazza di Spagna, Porta Maggiore, Esquilino e S. Maria Liberatrice, tra le altre.
Per la loro particolare collocazione in aree urbane fortemente caratterizzate, il loro concept doveva necessariamente dialogare con i differenti contesti architettonici in modo armonioso, limitando l'impatto sul paesaggio urbano; al tempo stesso, vi era la necessità di essere facilmente riconoscibili dai fruitori.
Questi aspetti sono stati risolti con la regolarità della conformazione rettangolare che risponde alle nuove destinazioni d’uso e alla normativa sull’accessibilità architettonica, consentendo così "di liberare la facciata dalla struttura portante, attraverso l’utilizzo di profili cavi in acciaio arretrati rispetto al filo esterno".
L'armonia estetica col paesaggio urbano è ottenuta grazie a tamponature interamente vetrate che permettono la necessaria trasparenza, senza quindi schermare l’ambiente circostante.
Il risultato è una pulizia visiva delle facciate, caratterizzate in modo particolare dalla mancanza di elementi di interruzione, ottenuta grazie all’utilizzo di infissi con profili esili.

Come per tutti i progetti di ambienti pubblici, particolare attenzione è stata posta per la pavimentazione del chiosco, realizzata con elementi in gres a tutta massa Ariostea di cm 30x60 in Pietra di Luserna.
La qualità superiore del gres porcellanato Ariostea si mostra in tutta la sua evidenza grazie alla resistenza a graffi, urti e sollecitazioni meccaniche, l'assoluta impermeabilità unita all'estrema facilità di pulizia.
Oltre al risultato efficiente e funzionale, a questi fattori si associa un'impareggiabile valenza estetica; le lastre Ariostea sono di fatto inalterabili nel lungo periodo e quindi si presentano come ideale soluzione per tutti quegli spazi pubblici in cui si prevede un notevole afflusso e calpestio e nei quali è necessaria un'igiene quotidiana e costante.
Come pavimento e rivestimento dei bagni interrati la scelta dei progettisti si è orientata verso la Pietra di Gerusalemme (Ultra Pietre Jerusalem Limestone, 100 x 100 e 100 x 300), particolarmente indicata nel contesto della città storica come Roma, grazie alla sua cromia e alla matericità della sua superficie. Una scelta di durabilità e tradizione, in un perfetto abbinamento di efficienza ed estetica senza tempo.

Luogo: Roma - Italia
Architetto: Gabriella Guglielmo
Committente: Roma Capitale

Hai bisogno di maggiori informazioni?
Contattaci!

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy